Tiroide ipotiroidismo, ipertiroidismo, hashimoto, sintomi e rimedi naturali

Cos’è la Tiroide?

La tiroide è “l’acceleratore” del metabolismo.

Quando la ghiandola tiroidea funziona a un livello inferiore al normale si può parlare di ipotiroidismo.

L’ipotiroidismo è una condizione morbosa causata da una carenza di ormoni tiroidei con conseguente rallentamento del metabolismo.

Ipotiroidismo

La caratteristica dell’ipotiroidismo è la lenta insorgenza ed evoluzione del quadro clinico. Il paziente parla più lentamente, ha riduzione della memoria, può essere depresso.

I sintomi costantemente presenti sono:

  • stanchezza
  • intolleranza al freddo
  • sonnolenza
  • stipsi ostinata
  • aumento di peso

In alcune forme più gravi si ha la cosiddetta facies mixedematosa, che consiste in gonfiore del volto ed è dovuto principalmente ad un aumento del liquido interstiziale nei tessuti cutanei. Il mixedema è un edema duro che può colpire anche la bocca con conseguente ingrossamento e le corde vocali con conseguente alterazioni della voce che diventa roca.

A livello della cute c’è la possibilità di avere perdita di capelli e pelle secca. E’ spesso presente nelle palme delle mani e nelle piante dei piedi una una colorazione giallastra della cute.

Può essere presente gozzo, se la causa è dovuta ad un’alterata sintesi degli ormoni tiroidei, ad esempio per carenza di iodio.

 

In alcuni pazienti il gozzo può dare disturbi locali da compressione, specialmente se ha estensione retrostenale. In questo caso si può avere compressione e spostamento della trachea o dell’esofago, il paziente lamenta difficoltà ad ingerire cibi solidi.

Ipertiroidismo

Sono tre le principali cause:

  1. Morbo di Basedow o di Graves
  2. Adenoma tossico o morbo di Plummer
  3. Gozzo multinodulare tossico

Se la tiroide produce troppi ormoni (T3 e T4) ecco che compariranno

  • ansia,
  • vampate di calore,
  • fretta,
  • palpitazioni al cuore,
  • movimenti intestinali (anche diarrea),
  • aumento della pressione,
  • sguardo brillante e teso, ecc.

 

Frequentemente avviene che ci siano stati in cui l’attività della tiroide aumenta oppure diminiuisce, ma il livello ormonale risulta pressocchè invariato o appena alterato. Un’altra ghiandola fondamentale nella regolazione della funzione tiroidea è l’ipofisi, la quale, tramite un ormone chiamato TSH, aziona un meccanismo “a bilancia”: se la tiroide “batte la fiacca” l’ipofisi aumenta la produzione di TSH per stimolare la ghiandola, viceversa nella situazione contraria.

E’ molto frequente una alterazione definita tiroidite autoimmune o di Hashimoto.In questo caso l’organismo produce auto-anticorpi, cioè anticorpi contro la propria tiroide.

Vi è poi un’altra situazione: in presenza o meno di auto-anticorpi, l’ipofisi comunque aumenta la produzione di TSH già quando gli ormoni della tiroide sono ancora normali.

Da qui si evince che qualcosa non funziona come dovrebbe e questa situazione viene chiamata “ipotiroidismo pre-clinico o sub-clinico” nel senso che non vi sono ancora sintomi o segni di ipotiroidismo.

La prassi medica nei problemi alla Tiroide

 

La prassi medica corrente somministra già in questa situazione omoni tiroidei di sintesi .

Che cosa avviene allora? L’ipofisi non è in grado di distinguere fra gli ormoni prodotti dalla tiroide e quelli somministrati dall’esterno, il TSH si normalizza ed apparentemente tutto si sistema.

Ma vediamo quali sono i limiti e gli inconvenienti della terapia a base di ormoni di sintesi.

  • Non è una cura al fine di far riprendere alla tiroide la sua normale attività.
  • L’ormone artificiale verrà somministrato per tutta la vita e la tiroide lentamente cesserà di funzionare fino all’atrofismo totale;
  • La produzione di ormoni non è proporzionata alle differenti situazioni di attività o riposo dell’organismo, è fissa e sempre uguale;
  • Sono possibili effetti collaterali tipo ipertiroidismo, perché non sempre è facile dosare l’omone in modo ottimale;
  • La produzione di auto-anticorpi (che è il fattore che negli anni porterà a danneggiare la tiroide) a volte cessa o diminuisce, a volte no ma questo è ritenuto inevitabile;

E’ possibile invece (a seguito di molte esperienze) aiutare la tiroide naturalmente riducendo il fabbisogno di ormoni esterni e a volte sospendendoli del tutto;la tiroide riprende la sua funzionalità.

L’Aloe Vera e la Tiroide

L‘Aloe si è dimostrata molto utile nel regolare e spesso fare scomparire la produzione di auto-anticorpi, per un effetto chiamato immuno-modulante (e non immuno-soppressivo come il cortisone o altri farmaci).

L’Aloe Vera Gel della Forever Living è una concentrato di vitamine, sali minerali, aminoacidi, enzimi che aiutano efficacemente a rinforzare il sistema immunitario.

Nell’Aloe Vera si trovano inoltre undici dei quattordici aminoacidi classificati come Secondari e sono:

Acido aspartico: interviene nella formazione del DNA ed RNA cellulari (acidi nucleici) e nel rafforzamento il sistema immunitario dove partecipa ai processi di produzione delle immunoglobuline e degli anticorpi. Protegge il fegato. Durante l’attività fisica interviene nella trasformazione energetica dei glicidi. Dopo l’attività fisica contribuisce allo smaltimento dell’ammoniaca prodotta.Viene usato negli stati di stress fisico e astenia.

AcidoGlutammico: utile alla produzione di acido folico (vitamina B9) e precursore di numerosi aminoacidi non essenziali (glutammina, prolina, arginina, ecc.), esplica una notevole azione sul metabolismo e sulle funzioni nervose e cerebrali. Interviene anche nel metabolismo dei glicidi, dei grassi. In particolare determina un innalzamento ematico degli zuccheri.

Alanina: è un costituente fondamentale del connettivo tissutale. Interviene nella produzione di anticorpi e immunoglobuline che rendono efficiente il sistema immunitario e stabilizza il tasso glicemico del sangue. Contribuisce al metabolismo dei glicidi e degli acidi organici. Il sistema nervoso e il cervello la utilizzano a scopi energetici. Riduce il colesterolo nel sangue.In sinergia con la glutammina influenza la crescita muscolare. In condizioni di ipoglicemia permette ai muscoli di estrarre energia dagli aminoacidi grazie al suo ruolo nel ciclo glucosio-alanina. Assume importanza nell’esercizio fisico intenso e prolungato.

Arginina: precursore della sintesi della creatina e dell’acido amminobutanoico (neurotrasmettitore), potenzia il sistema immunitario incrementando la risposta dei linfociti, specialmente del tipo T che hanno prerogative anticancerogene. Contribuisce alla formazione del collagene, alla rigenerazione del tessuto epatico e alla cicatrizzazione delle ferite. Favorisce la produzione di insulina e glucagone e, sembra, anche dell’ormone della crescita, soprattutto se abbinata con la vitamina B5 (acido pantotenico) e la colina. Interviene nella sintesi delle proteine e dei grassi e degli zuccheri. É un coadiuvante negli stati di astenia e stress fisico e mentale.Dopo attività fisica aiuta a smaltire con più rapidità l’ammoniaca prodotta. Disintossica il fegato e combatte la formazione di alcuni radicali liberi.

Cistina: prodotto dall’ossidazione della cisteina, partecipa alla formazione del tessuto connettivo. Accresce la resistenza alle malattie stimolando l’attività difensiva dei globuli bianchi. Favorisce la guarigione delle lesioni alla pelle, contribuisce alla disintossicazione da metalli pesanti e contrasta l’azione dei radicali liberi.É un costituente importante della pelle e dei capelli.

Glicina: abbondante nel collagene, insieme all’ arginina e metionina consente di sintetizzare la quota rimanente di creatina nel fegato, rene e pancreas. In sinergia con la prolina favorisce la formazione di vari aminoacidi non essenziali e la rigenerazione delle strutture muscolari e tendinee. Produce il glucagone, attivatore del glicogeno. Partecipa alla costituzione dell’emoglobina e dei citocromi, enzimi coinvolti nelle reazioni energetiche. Produce immunoglobuline e anticorpi, indispensabili al sistema immunitario.Secondo alcuni studi stimolerebbe la produzione di GH con effetti anabolici sulle masse muscolari. Viene anche utilizzata come calmante e per contrastare l’acidità gastrica

Istidina: ha un ruolo importante nelle funzioni ematiche in quanto partecipa alla produzione dei globuli bianchi e dei globuli rossi. Trasformata in istamina interviene come vasodilatatore. Contribuisce all’assorbimento dei raggi ultravioletti. In medicina viene usata per contrastare gli stati anemici, le allergie, l’artrite reumatoide, l’ulcera ai vari organi digestivi.

Prolina: costituente del collagene che è l’insieme di proteine costituenti il tessuto osseo, cartilagineo e connettivo. In sinergia con la glicina favorisce la formazione di vari aminoacidi non essenziali e la rigenerazione delle strutture muscolari e tendinee. Contribuisce al funzionamento ottimale del muscolo cardiaco. Costituisce una fonte di riserva energetica di rapida disponibilità per il fegato e per i muscoli.

Serina: partecipa alla produzione di energia cellulare. Potenzia il sistema immunitario in quanto contribuisce alla produzione di immunoglobuline e anticorpi. Costituisce una fonte di riserva energetica per il fegato e i muscoli.Migliora i processi nervosi.

Tirosina: derivato della fenilalanina, ha un ruolo importante nella funzione delle ghiandole tiroide, surrenali e pituitaria in quanto è precursore di vari ormoni quali quelli tiroidei, adrenalina e noradrenalina, dopamina. Contribuisce alla produzione dei globuli bianchi e rossi, del GH (ormone della crescita) e della melanina (pigmento che colora pelle e capelli).La norepinefrina (neurotrasmettitore) che produce abbassa la soglia dell’appetito. Innalza il tono dell’umore negli stati di ansia, depressione e insonnia. Agisce come stimolante generale.

Idrossiprolina: costituisce con la prolina il principale componente del collagene dei vari tessuti ed in maggior misura dell’osso. L’escrezione di idrossiprolina è un segno del ricambio del collagene. Un aumento dei valori normali di idrossiprolina plasmatica può essere osservato in caso di stati infiammatori, stati febbrili e neoplasie.

 

Prodotto ideale…

Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: